Caprese: un piatto genuino, buono e anche creativo

Formaggi in gravidanza: formaggi sicuri in dolce attesa e quelli da evitare
Aprile 23, 2019
Giornata Mondiale del Latte
Giugno 1, 2019

Caprese: un piatto genuino, buono e anche creativo

Anche se i giorni freddi continuano a tediare la nostra voglia di sole e gite fuori porta, abbiamo deciso di concederci una piccola pausa fresca e gustosa per preparare le papille gustative ai piaceri dell’estate.

Oggi parliamo di mozzarella alla caprese, un piatto unico ideale da gustare in tutte le stagioni, ma durante i giorni caldi e afosi lo si apprezza in tutta la sua bontà.

La classica ricetta dell’insalata caprese consiste nella mozzarella fresca tagliate a fettine, sulle quali poggiano pomodoro e basilico, il tutto condito con un pizzico di sale e un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Si tratta di un piatto contemplato nelle diete dei nutrizionisti, in quanto, accompgnato da una fetta di pane, raccoglie tutti i principi nutritivi previsti.

Ma quando e come nasce la caprese? Il tutto ha inizio probabilmente nel periodo tra le due guerre mondiali. La tesi più accreditata dà la paternità del piatto a un muratore di Capri che, a fine anni ’40, scelse di farcire il suo panino con pomodoro, mozzarella e basilico durante la propria sua pranzo. Il colore del suo pranzo ricordava la bandiera italiana e, così, si diffuse per tutta l’isola l’ardore patriottico del muratore che, in realtà, aveva semplicemte fame ed era riuscito, involontariamnete, a creare qualcosa che poi rimarrà nella storia.

Un altro racconto, invece, parla di un fatto avvenuto al Re d’Egitto Farouk, nel medesimo periodo, al quale venne offerto questo piatto a merenda durante un soggiorno a Capri. Mentre una leggenda precedente, narra del futurista Filippo Tommaso Marinetti, anche lui in sosta a Capri, che mangiò l’insalata caprese presso un noto hotel dell’isola.

Al di là dell’origine, la caprese incontra numerosi sostenitori della ricetta tradizionale, ma anche fautori di rivisitazioni creative, perfette anche in occasione di eventi o per allettare i bambini riottosi alla bontà di una buona fetta di mozzarella fresca. Ecco che la caprese può diventare uno spiedino o una mousse, magari sostituendo pomodoro e basilico con fichi, prosciutto e melone.

La tua caprese preferita qual è? Inviaci delle foto e le pubblicheremo sul nostro blog.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *